Irrigazione nasale con un vaso Neti: per il freddo comune e la congestion


0
Categories : Uncategorized

Irrigazione nasale con un vaso Neti: per il freddo comune e la congestion

 

L’irrigazione nasale sta diventando ancora una volta riconosciuta come un modo efficace per eliminare la congestione del seno, combattere il comune raffreddore e alleviare le allergie.

 

Perché è tornata così forte?

 

La gente è stanca dei farmaci e vuole un trattamento alternativo naturale per le allergie, il comune raffreddore e la congestione del seno. L’irrigazione nasale con il netipot ayurvedico è la via da seguire – economica, veloce ed estremamente efficace.

 

Sniffare un antistaminico o sniffarne uno non elimina il problema. Tutto ciò che fa è rallentare temporaneamente la produzione di muco. Poi, ancora una volta, ci si ritrova con la droga su per il naso o giù per la gola.Visit :- Dilatatore nasale

 

Come fa l’irrigazione nasale a rimuovere il problema? Non del tutto. Questo è tutto un altro argomento che richiede l’equilibrio del sistema immunitario, la riduzione dello stress, il mantenimento di una corretta idratazione e di una corretta alimentazione. Per solleticare la vostra fantasia, però, l’ortica liofilizzata funziona molto bene, così come la quercetina.

 

Ma fino a quando non si raggiunge questo trattamento, le allergie persistono e così anche la congestione del seno – soprattutto ora a causa di raffreddori e insetti influenzali che volano in giro. Ci deve essere un sollievo immediato – e questo è ciò che il neti pot fornisce.

 

Fondamentalmente, ciò che il neti pot fa è lavare via delicatamente le mucose in eccesso, i batteri, i pollini, gli allergeni e i virus   dai seni paranasali. C’è un seno principale che il vaso neti può raggiungere – il seno mascellare che si trova su entrambi i lati del naso – fondamentalmente all’interno dello “zigomo”. Quando si riempie di pus o muco, fa male. Non solo fa male, ma fornisce un ulteriore rifugio per altri batteri e virus, poiché il sistema immunitario non può entrare. La porta è chiusa.

 

L’irrigazione nasale apre quella porta lavando via il pus e le mucose. Poi, gli anticorpi IgA del sistema immunitario, che vivono sulle mucose del naso, tornano di nuovo al lavoro.

 

Gli antistaminici, l’aspirina o il tylenol possono farlo? Un clamoroso no.

 

Non trattare il sintomo. Curate la causa del sintomo. È così facile da fare e lo si fa così raramente.

 

Si deve pensare: “Perché ho una congestione del seno e dolori ai lati del naso? Costruzioni di muco. Ok. Perché? Sono malato a causa del comune raffreddore. Bene. Perché? Mi sono fatto il culo al lavoro. E’ comprensibile. Cosa hai intenzione di fare? Prendere la vitamina C. (gli studi dimostrano che funziona davvero quando si è malati) È un inizio.

 

Cosa farai per il dolore e la congestione dei seni nasali?

 

Andrò a fare l’irrigazione nasale con il mio vaso neti. Bene! Ora sì che si ragiona!

 

Vuoi sapere come usare correttamente il neti pot? Domanda sciocca, lo so. Certo che lo sai!

 

Fondamentalmente, consiglio di usare acqua filtrata perché il cloro asciuga ed è irritante per le mucose perché danneggia le proteine. Potreste pensare che questo sia un bene in quanto volete asciugare le membrane mucose e il cloro può aiutare ad uccidere i batteri. No – non proprio. Ci vuole un bel po’ di tempo perché il cloro uccida i batteri per uno di essi. L’altro è che si desidera che i seni paranasali abbiano le loro secrezioni mucose naturali, poiché sono loro a portare gli anticorpi IgA. Gli anticorpi IgA sono ciò che segnalano al sistema immunitario di uccidere i batteri e i virus nel naso.